Olive sotto pesto: tappa #5 del viaggio all’isola del Giglio in 10 ricette

isola del Giglio in 10 ricette: olive sotto pesto

Forse in altre zone d’Italia le potrete trovare come “marinate”. Ma qui ne esiste una variante locale, anche per gli ingredienti utilizzati (due in particolare, come vedrete in seguito): sono le olive sotto pesto, quinta tappa del viaggio per scoprire l’isola del Giglio in 10 ricette.

 

Ingredienti:

  • olive verdi (meglio se appena raccolte, hanno un sapore migliore)
  • olio di oliva
  • aglio
  • sale (quanto basta)
  • semi di finocchio
  • peperoncino
  • buccia d’arancia

Si tratta di un ottimo stuzzichino quando avete voglia di mangiare qualcosa di buono. Oppure potrebbe essere una delle portate dell’aperitivo che state organizzando per gli amici. Il finocchietto e la buccia d’arancia conferiscono alle olive un sapore fresco e deciso.

 

Preparazione:

  • schiacciate appena le olive, per fare in modo che si aprano leggermente
  • mettete le olive a bagno in acqua tiepida per tre giorni e cambiate spesso l’acqua: in questo modo le olive perderanno il loro sapore amarognolo
  • mettete in un recipiente aglio tritato, peperoncino tritato, semi di finocchio, olio, sale, buccia d’arancia tagliata a striscioline
  • scolate e asciugate le olive
  • unite le olive al preparato
  • mescolate bene il tutto e servite

Le olive sotto pesto possono essere conservate per qualche giorno in frigorifero, in un vasetto di vetro ben chiuso. La ricetta vorrebbe le olive appena raccolte: se ciò non fosse possibile, potete ricorrere a delle olive già pronte per essere usate (ma il sapore non sarà lo stesso, meglio essere pronti).

 

Ricetta precedente: spaghetti al sugo di patelle | Prossima ricetta: coniglio alla cacciatora

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/lydiaxliu

Articoli correlati