Isola del Giglio: 5 consigli pratici per trascorrere una vacanza perfetta

isola del Giglio consigli pratici

Quando l’estate si avvicina, si comincia a pensare alle prossime vacanze e a organizzarle nel modo migliore. L’isola del Giglio è la meta che avete scelto? Per vivere una vacanza perfetta, questi cinque consigli pratici sono proprio ciò che vi serve.

  1. Come arrivare. Si comincia con quella che può essere considerata la prima cosa da sapere se state programmando una vacanza qui. I traghetti per l’isola del Giglio partono da Porto Santo Stefano, in provincia di Grosseto. E per arrivare a Porto Santo Stefano potete scegliere tra auto, treno e aereo.
  2. Parcheggiare. Avete deciso di arrivare a Porto Santo Stefano in auto e poi di imbarcarvi sul traghetto per l’isola del Giglio? In questo caso, sul sito del comune di Porto Santo Stefano troverete diverse soluzioni per parcheggiare l’auto o il camper. Per ogni parcheggio sono indicati sia i prezzi sia gli orari.
  3. Muoversi. L’isola del Giglio è “piccola” in termini di estensione ma diventa grande se si parla dei posti da vedere e delle attività da svolgere in vacanza. Con un’auto o una moto, imbarcate su uno dei traghetti, potrete muovervi agevolmente per tutta l’isola. Se invece non avete la minima intenzione di guidare in vacanza, allora potete ricorrere all’efficiente servizio di autobus che collega tutti i principali centri abitati dell’isola e le spiagge più belle.
  4. Dormire. Sull’isola del Giglio ci sono tre diverse località: Giglio Porto (sulla costa orientale), Giglio Castello (nel cuore dell’isola) e Giglio Campese (sulla costa occidentale). In tutte e tre queste località troverete hotel, bed & breakfast e case vacanze.
  5. Meglio in auto o a piedi? Questo dipende molto dal vostro ideale di vacanza. Se il viaggio sarà con tutta la famiglia, meglio imbarcare un’auto. Se invece siete degli appassionati di trekking o, come già detto, non avete intenzione di guidare in vacanza, il servizio di autobus è tutto ciò di cui avete bisogno.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/visittuscany

Articoli correlati