Punta di Capel Rosso: immersione tra il blu del mare il rosso delle gorgonie

immersioni all’isola del Giglio: Capel Rosso

Le spiagge più belle dell’isola del Giglio, come è giusto che sia, non avete intenzione di farvele scappare. Però per voi il mare è ancora più bello se visto da sotto il pelo dell’acqua. E infatti avete scelto l’isola del Giglio anche per le sue numerose immersioni. Come quella a punta di Capel Rosso.

 

Dove si trova

Punta di Capel Rosso è il promontorio più meridionale dell’isola del Giglio. Il promontorio è diviso in due versanti che non possono essere esplorati nella stessa immersione. Dal momento che il lato occidentale è quello meno spettacolare, le indicazioni che seguono riguardano il versante orientale.

 

Comincia l’immersione

Proprio sotto il faro di Capel Rosso c’è una piccola insenatura ed è lì che ancorerete la barca. Una volta tuffati, procederete verso il mare aperto raggiungendo una franata di grossi scogli granitici ricchi di vita.

A venti metri di profondità si cominciano a fare i primi incontri interessanti: sono ventagli di Paramuricea che, man mano che si scende, diventano sempre più ampi e numerosi. A trenta metri di profondità il fondale è un susseguirsi di dorsali rocciose rese rosse dalla presenza di gorgonie.

Tra i pesci che è più facile incontrare durante questa immersione ci sono palamite e ricciole.

 

Alcune raccomandazioni

  • La prudenza è sempre la prima cosa
  • Se possibile, cercate di non immergervi mai da soli
  • Verificate sempre che l’attrezzatura sia in buono stato
  • Se siete dei beginner, affidatevi a un istruttore esperto: ce ne sono a Giglio Porto e Giglio Campese
  • Consultatevi con il vostro medico curante per sapere se possono esserci eventuali controindicazioni

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/gioanola

Articoli correlati