Capodanno 2016 all’isola del Giglio: la parola d’ordine è completo relax

Capodanno 2016 isola del Giglio

Il Capodanno 2016 volete trascorrerlo in maniera diversa. Niente stress, niente ressa di gente, niente confusione. Vi state immaginando immersi nei ritmi lenti di una meta tranquilla e rilassante. Ecco, relax: questa è la vostra parola d’ordine. E per questo vi diamo il benvenuto sull’isola del Giglio.

 

1. Panorami

C’è ancora qualche ora prima di cena. L’isola del Giglio riserva posti incantevoli: Giglio Castello, il faraglione, punta di Capel Rosso, caletta del Saraceno. Per l’ultimo giorno di dicembre, passeggerete immersi nella calma e nel silenzio più completi, accompagnati solo dalla dolce risacca del mare.

 

2. Cenone di Capodanno

Un incantevole e pittoresco ristorantino incassato tra le viuzze strette e antiche di Giglio Castello. Entrate dentro e già vi sentite più rilassati. Dopo esservi accomodati, un gentile cameriere vi porge il menù con i piatti tipici dell’isola del Giglio. Riuscite a immaginare un modo migliore per cominciare il nuovo anno?

 

3. I fuochi pirotecnici

Da Giglio Castello ci vuole davvero poco per raggiungere Giglio Porto, sulla costa orientale, o Giglio Campese, sulla costa occidentale. Una di queste due località, di solito, viene scelta come location per lo spettacolo di fuochi pirotecnici sul mare. Un appuntamento imperdibile per tutti gli abitanti dell’isola.

 

4. La nenia di Capodanno

È una delle più antiche tradizioni dell’isola del Giglio. Il primo giorno dell’anno, i giovani gigliesi scendono in strada e si fermano a cantare presso le abitazioni di Giglio Castello. Per concludere, si esibiscono in un valzer composto dai musicisti del luogo. Il testo delle nenia viene tramandato quasi esclusivamente per via orale.

 

Relax, panorami incontaminati, tranquillità, silenzio: questo è il Capodanno 2016 all’isola del Giglio.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/patsch

Articoli correlati