Cosa mangiare all’isola del Giglio: 7 specialità da assaggiare in vacanza

cosa mangiare all’isola del Giglio

I piatti tipici dell’isola del Giglio sono tanti. E durante una vacanza si corre il rischio di non assaggiarli tutti. Come fare? Ci sono almeno sette specialità che dovete assolutamente mangiare.

 

1. Pesce in scaveccio

Probabilmente, questa è una delle prime specialità gigliesi che vi capiterà di assaggiare durante la vacanza. Solitamente servito come antipasto, si tratta di pesce povero infarinato, fritto e condito con una salsa particolare, preparata con l’olio usato per la frittura a cui si aggiungono aceto caldo, uvetta, aglio schiacciato, rosmarino e sale.

 

2. Cacciucco

Non si può andare in vacanza all’isola del Giglio senza assaggiare questa tipica specialità del mare toscano. Il cacciucco è una (saporita) zuppa di pesce preparata con polpo, pesce prete, scorfano, triglie e altri pesci del Tirreno. Servita con due fette di pane abbrustolito, è da leccarsi i baffi.

 

3. Minestra di fagioli

Piatto tipicamente invernale, anche in primavera e in estate sarebbe da provare. Fagioli cannellini e pasta all’uovo sono gli ingredienti di base della minestra di fagioli “alla gigliese”, insaporita con cipolla, sedano, finocchietto selvatico e verza.

 

4. Olive sotto pesto

In altre zone d’Italia sarebbero olive marinate ma sull’isola del Giglio prendono questo nome particolare. Le olive sotto pesto sono preparate con olio d’oliva, aglio, sale, semi di finocchietto, peperoncino, buccia d’arancia. Il segreto è farle stare in frigorifero per qualche giorno, in un vasetto ben chiuso.

 

5. Coniglio alla cacciatora

Un grande classico di molte cucine italiane. Peperoncino piccante, passata di pomodoro, vino bianco e aceto di vino bianco conferiscono al coniglio quel sapore speciale e inconfondibile.

 

6. Totani ripieni

Si ritorna a parlare di una ricetta a base di pesce. Il ripieno è preparato con uova, mollica pane, latte, olio d’oliva, aglio, prezzemolo, mortadella. I totani sono cotti in padella a fuoco molto basso.

 

7. Panficato

Com’è giusto che sia, si chiude con un dolce. Anzi, con il dolce per eccellenza dell’isola del Giglio. Il panficato è fatto con fichi, pinoli, nocciole, mandorle, marmellata d’uva, vinella, buccia d’arancia, cannella, cioccolato.

 

Ecco cosa mangiare durante una vacanza all’isola del Giglio. E da bere? Non vorrete mica fare un torto a queste pietanze e bere solo acqua? Per gustare davvero il sapore di tali specialità, dovete accompagnale con i vini dell’isola del Giglio.

Fonte immagine: Flickr.com/photos/ikkinah