Secca dei Pignocchi: una delle più belle immersioni al Giglio

§

Maschera, muta e bombole sono già in auto. E non vedere l’ora di cimentarvi in una delle immersioni all’isola del Giglio, non a caso scelta come meta della vostra prossima vacanza o del vostro prossimo weekend. Accettate un consiglio? La secca dei Pignocchi è uno dei punti più belli per una immersione.

 

Dove si trova

Raggiungere la secca dei Pignocchi non sarà un problema: si trova nella baia di Giglio Campese, una delle tre località dell’isola, sul versante occidentale. Il punto di partenza potrebbe essere proprio il litorale di Campese, una delle spiagge più belle dell’isola del Giglio.

La secca è talmente vicina alla costa che si alza fino a pochi metri dalla superficie del mare, visibile a occhio nudo. In virtù della sua posizione, le correnti non sono quasi mai un problema.

 

Comincia l’immersione

La secca Pignocchi ha una morfologia molto particolare: ha una forma stretta e allungata, parallela alla costa. Ci sono dei grossi massi granitici che arrivano fino a quaranta metri di profondità circa. Nel tratto di mare compreso tra la superficie e i venti metri di profondità potrete ammirare un coralligeno molto vario e molto colorato. Sotto le rocce più in profondità ci sono murene, mustelle e gronghi che non hanno paura di avvicinarsi agli scuba diver.

In generale, si tratta di un’immersione abbastanza semplice, consigliata per chi è alle prime armi o non si è mai immerso nelle acque dell’isola del Giglio.

 

Alcune raccomandazioni prima di immergervi alla secca Pignocchi:

  • La prudenza è sempre la prima cosa
  • Se possibile, cercate di non immergervi mai da soli
  • Verificate sempre che l’attrezzatura sia in buono stato
  • Se siete dei beginner, affidatevi a un istruttore esperto
  • Consultatevi con il vostro medico curante per sapere se possono esserci eventuali controindicazioni

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/shutterdreams

Articoli correlati