Isola del Giglio: l’edizione 2017 della festa di San Mamiliano

San Mamiliano 2017 isola del Giglio

L’isola del Giglio a settembre resta una splendida meta per concedersi una vacanza. Dedicata al relax e ai ritmi lenti. E, soprattutto, dedicata a scoprire le tradizioni e le usanze dell’isola. Esattamente ciò che vi attende durante l’edizione 2017 della festa di San Mamiliano, che si terrà il 15 settembre.

 

La leggenda

Mamiliano fu vescovo di Palermo nel V secolo. Si rifugiò in un convento di Montecristo per sfuggire alle persecuzioni dei Vandali. Alla sua morte, la salma fu portata sull’isola del Giglio, nella località dove sorgerà Castello.

Di notte, un gruppo di elbani e genovesi tentò di trafugare la salma. Ne seguì una violenta baruffa. Il corpo del santo rimase smembrato nelle mani degli agguerriti contendenti. Ai gigliesi resta l’avambraccio del santo, venerato come reliquia. Questo episodio è diventato una delle più celebri leggende dell’isola del Giglio.

 

La festa

Il 15 settembre, cominciano i festeggiamenti a Giglio Castello, il centro abitato che si trova nel cuore dell’isola.

  • Le celebrazioni si aprono con la Messa. Subito dopo, le reliquie del santo vengono portate in processione per Giglio Castello.
  • Nel pomeriggio, si svolge il tradizionale palio dei somari: a sfidarsi saranno i quattro rioni di Giglio Castello, ovvero il Centro, la Cisterna, la Casamatta e la Rocca.
  • Di sera, spettacolo di fuochi pirotecnici sul mare.

I festeggiamenti continueranno per i quattro giorni consecutivi. In ognuno dei giorni, di solito, le persone si raccolgono in piazza per ballare la tradizionale quadriglia.

 

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni sull’edizione 2017 della festa di San Mamiliano all’isola del Giglio (programma completo, eventuali modifiche di date, come partecipare), potete consultare il sito ufficiale del comune di isola del Giglio, Comune.isoladelgiglio.gr.it.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/viaggioroutard

Articoli correlati