Pasqua 2015 all’isola del Giglio: una vacanza di tre giorni

isola del Giglio Pasqua 2015Tre giorni a disposizione e voglia di concedersi un viaggio. Magari in un posto raccolto, bello da vedere e tranquillo. Per il vostro viaggio in occasione di Pasqua 2015 state quindi pensando all’isola del Giglio. E potete seguire questo itinerario di tre giorni.

 

Sabato

Sbarcati a Giglio Porto e posate le valigie, è subito il momento di visitare questo centro abitato dell’isola, al quale dedicherete la mattina del primo giorno. A pranzo potete fermarvi in uno dei tanti ristorantini dove assaggiare i piatti tipici dell’isola del Giglio.

Una volta rifocillati e riposati, nel pomeriggio è tempo di partire alla volta di Giglio Campese, la seconda delle tre località dell’isola. I luoghi da non perdere qui sono la torre Campese, i Faraglioni, il lungomare, la chiesa di San Rocco al Campese. Anche qui per la cena non avrete che l’imbarazzo della scelta, i ristoranti e le trattorie non mancano.

 

Domenica

Se il tempo è clemente, l’inizio di aprile potrebbe essere il momento per cominciare a godersi un po’ il mare. Le spiagge più belle dell’isola del Giglio sono cala dell’Arenella, spiaggia delle Cannelle, spiaggia Campese, spiaggia delle Caldane, cala degli Alberi. La mattina della domenica potrebbe essere dedicata a vederne un paio.

Mentre il pomeriggio, subito dopo pranzo, si parte alla volta di Giglio Castello, la terza località dell’isola. Il nome della località deriva dall’antica Rocca aldobrandesca che domina la città. Giglio Castello è molto bella da vedere anche di sera, quando si respira un’atmosfera unica, antica.

 

Lunedì

Pasquetta alla scoperta di una delle isole più selvagge e incontaminate dell’Arcipelago Toscano: Giannutri. Ogni giorno sono diverse le escursioni che partono da Giglio Porto. Il consiglio però è di prenotarne una con un po’ di anticipo.

 

Muoversi e pernottare

Per muoversi all’isola del Giglio le possibilità sono due:

  • Potete imbarcare un’auto, una moto o un altro mezzo pubblico su uno dei traghetti che raggiungono l’isola;
  • Potete ricorrere all’efficiente sistema di autobus che collega i vari centri abitati dell’isola.

Per quanto riguarda il posto dove pernottare, non c’è grande differenza tra le tre località: dovunque decidiate di stare, potrete raggiungere tranquillamente tutti i punti dell’isola. E godervi le vostre vacanze di Pasqua 2015 all’isola del Giglio.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/ghirolfo53

Articoli correlati