Terza parte del giro delle spiagge dell’isola del Giglio: la costa sud-ovest

giro delle spiagge dell’isola del Giglio: parte 3

Se siete degli appassionati di escursioni, potreste arrivare nuovamente fino a punta di Capel Rosso. Dove comincia la terza parte del giro delle spiagge dell’isola del Giglio: per la terza tappa, la protagonista sarà la costa sud-ovest.

  1. Cala Schizzatoio. Sul versante occidentale di punta di Capel Rosso, c’è uno scoglio, letteralmente, bucato. L’acqua fa un particolare rumore quando s’infrange contro di esso. Questa è l’origine del nome cala Schizzatoio: una piccola e preziosa caletta circondata da una ripida scogliera.
  2. Cala di Pietrabona. Una delle calette dell’isola del Giglio meno conosciute. Molto piccola, qui in antichità le barche attraccavano e venivano caricate di uva del vitigno ansonico. Alzando lo sguardo, è ancora possibile vedere alcuni dei terrazzamenti dove tale vitigno era coltivato.
  3. Cala del Corvo. Questa caletta è conosciuta soprattutto dagli appassionati di diving. Infatti, a poca distanza si trova lo scoglio del Corvo, uno dei migliori punti d’immersione dell’isola. Anche in questo caso, la caletta è piccola e poco conosciuta.
  4. Cala dell’Allume. Un autentico angolo di paradiso. La piccola caletta si apre in un golfo circondato da scogliere coperte di macchia mediterranea. Il colore del mare varia dall’azzurro allo smeraldo. Il fondale resta basso per molti metri. La spiaggia è raggiungibile percorrendo un sentiero che parte dalla vicina Giglio Campese: l’escursione non è particolarmente impegnativa.

Dopo tanto camminare, il consiglio è di trascorrere la notte a Giglio Campese: fermatevi in uno dei numerosi ristorantini e assaggiate i tanti piatti tipici dell’isola del Giglio.

 

Parte 2 | Parte 4

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/waterunderthebridge

Articoli correlati