Isola del Giglio: sacro e profano nella festa di San Mamiliano 2015

San Mamiliano 2015 isola del Giglio

Un evento che unisce sacro e profano. E da non perdere, se avete la fortuna di trascorrere una vacanza all’isola del Giglio durante il mese di settembre. Perché il 15 di questo mese si terrà l’edizione 2015 della festa di San Mamiliano.

 

Il santo

Mamiliano fu vescovo di Palermo nel V secolo. Si rifugiò in un convento di Montecristo per sfuggire alle persecuzioni dei Vandali. Alla sua morte, la salma fu portata sull’isola del Giglio, nella località dove sorgerà Castello. Ma di notte un gruppo di elbani e genovesi tentò di trafugare la salma.

Ne seguì una violenta baruffa. E il corpo del santo rimase smembrato nelle mani degli agguerriti contendenti. Ancora oggi, ai gigliesi resta l’avambraccio del santo, venerato come reliquia.

 

Il 15 settembre

È il giorno più importante della festa di San Mamiliano. Si comincia con la tradizionale Messa. Poi la reliquia del santo, l’avambraccio, viene portato in processione per le strade di Giglio Castello. Nel pomeriggio si corre il palio dei somari, durante il quale si sfidano i quattro rioni di Castello: il Centro, la Cisterna, la Casamatta e la Rocca.

 

4 giorni di festa

La festa di Sam Mamiliano dura per circa quattro giorni consecutivi. Quattro giorni con concerti (di band o di cantanti famosi), quadriglie e spettacoli pirotecnici.

 

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni sull’edizione 2015 della festa di San Mamiliano all’isola del Giglio (programma completo, eventuali modifiche di date, dove si terranno i singoli eventi), potete consultare il sito ufficiale del comune di isola del Giglio, Comune.isoladelgiglio.gr.it.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/greenery

Articoli correlati