Le 4 feste tradizionali dell’isola del Giglio: tra devozione e sapori

isola del Giglio feste

Sentite tradizioni, sapori tipici, antiche leggende, profonda devozione: l’isola del Giglio è anche questo. Soprattutto durante le quattro feste più importanti. Che si svolgono tutte nel periodo estivo.

  1. San Lorenzo. È il patrono dell’isola del Giglio. Ogni anno, Giglio Porto tributa una grande festa a San Lorenzo che dura per diversi giorni, animati da musica, spettacoli di fuochi d’artificio e processioni. Uno dei momenti più attesi è il celebre palio marinaro: il 10 agosto, i tre rioni di Giglio Porto (Chiesa, Moletto e Saraceno) si sfidano in mare per il titolo di miglior equipaggio.
  2. San Rocco. Da Giglio Porto ci si sposta a Giglio Campese, sulla costa occidentale. Dove il 16 agosto si festeggia San Rocco. La giornata comincia con la processione religiosa e la corona di fiori in mare (in memoria dei marinai dell’isola). Di sera, la spiaggia di Campese (una delle più belle dell’isola) diventa la location di concerti e fuochi d’artificio. Il giorno dopo, 17 agosto, si tiene la Sagra del totano.
  3. San Mamiliano. Il santo patrono di Giglio Castello è protagonista di diverse leggende. Il 15 settembre, per quattro giorni consecutivi, gli abitanti dell’isola si danno appuntamento qui per partecipare a questa sentita festa: il divertente palio dei somari, la quadriglia, concerti, spettacoli di fuochi pirotecnici.
  4. Festa dell’uva e delle cantine aperte. È diventata una sorta di tradizione. Si tiene, di solito, l’ultimo fine settimana di settembre. E per un intero weekend a Giglio Castello è possibile assaggiare i piatti tipici dell’isola accompagnati dai vini più rinomati.

Quattro appuntamenti che rendono l’estate sull’isola del Giglio ancora più speciale.

 

Fonte immagine: Di Lorenzo G from London, UK – Giglio porto, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2966901

Articoli correlati