Lo scoglio del Corvo: alla scoperta del mare dell’isola del Giglio

immersioni all'isola del Giglio: scoglio del Corvo

Le calette dell’isola del Giglio offrono a tutti i visitatori la possibilità di trovare dei posti riparati, poco affollati e speciali dove godersi il mare dell’isola. Ma sono anche una grande opportunità per tutti gli appassionati di immersioni. E questo è proprio il caso dell’immersione allo scoglio del Corvo.

 

Dove si trova

La caletta del Corvo si trova sulla costa sudoccidentale dell’isola del Giglio (vicino allo scoglio di Pietrabona, un’altra interessante immersione), facilmente raggiungibile dai due centri abitati di Giglio Castello e di Giglio Campese. Anche in questo caso, l’immersione si svolge lungo le pareti di uno scoglio che sorge a poca distanza dalla costa.

 

Comincia l’immersione

L’immersione comincia lungo la parete occidentale dello scoglio del Corvo, che prima si allunga verso il mare aperto e poi diventa ripida. Nelle pareti si aprono tanti e spettacolari canyon e anfratti popolati da spugne, grandi gorgonie gialle, scorfani, murene, aragoste.

A una profondità di 35 metri, il diver incontrerà delle vere e proprie foreste di gorgonie rosse, rigogliose e colorate. Inoltre qui non è raro vedere ricciole, palamite, dentici e, nei mesi primaverili, grossi pesci luna.

Anche se le correnti a volte sono abbastanza forti, questa immersione è adatta per i diver alle prime armi: basta che non scendano troppo in profondità.

 

Alcune raccomandazioni

  • La prudenza è sempre la prima cosa
  • Se possibile, cercate di non immergervi mai da soli
  • Verificate sempre che l’attrezzatura sia in buono stato
  • Se siete dei beginner, affidatevi a un istruttore esperto
  • Consultatevi con il vostro medico curante per sapere se possono esserci eventuali controindicazioni

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/shutterdreams

Articoli correlati